Rolex e la vela, per navigare in alti sogni

di Alba D'Alberto

Rolex si lega al tennis, a tante discipline sportive e non manca un occhio di riguardo anche per l’ambiente velistico. In fondo tutti, compreso questo brand, subiscono piacevolmente il fascino della navigazione in alto mare. 

La vela è uno sport che mette alla prova determinazione e prontezza, in cui anche le frazioni di secondo contano per le decisioni più importanti. Per questo, preparazione e spirito di squadra devono essere ai massimi livelli. Rolex ha instaurato un rapporto esclusivo con le regate più prestigiose e i velisti di talento, che condividono con il Marchio i valori fondanti di questo sport meraviglioso.

Inizia con queste parole la narrazione del legame tra Rolex e la vela. Poi si passa a parlare della ROLEX SYDNEY HOBART YACHT RACE.

628 miglia senza tregua. Non c’è tempo per riposare. Perché oltre al giorno, c’è da superare incolumi ogni nottata. Combattenti dai nervi d’acciaio, temprati da onde e vento, sfidano senza paura questo specchio d’acqua nero. Uomini nati per stare in mare.

E naturalmente della MAXI YACHT ROLEX CUP.

La vela è uno sport dall’eleganza innata. Lungo le coste della Sardegna, maestose imbarcazioni scivolano sulle acque del Mediterraneo con grazia e agilità. Ma dietro quell’apparente serenità, si cela una battaglia che ogni equipaggio vuole vincere.

E quale sarebbe l’orologio migliore per chi vuole veleggiare ed esplorare il mare senza curarsi troppo della tecnologia ma sapendo di poter contare sull’affidabilità degli strumenti a sua disposizione? Lo  YACHT-MASTER II – Oyster Perpetual

L’Oyster Perpetual Yacht-Master II è un cronografo da regata unico, che regala il brivido della competizione tanto agli skipper professionisti quanto ai semplici appassionati di vela.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>