Orologio Omega Speedmaster Professional Moonwatch

di Joel

Per ben oltre mezzo secolo, l’OMEGA Speedmaster è stato protagonista di quei momenti epocali che hanno testato i limiti della resistenza fisica e del coraggio umano, uno su tutti il primo allunaggio della storia dell’umanità nel luglio 1969, nonché tutte le missioni NASA con equipaggio dal marzo 1965.

L’OMEGA Speedmaster Professional Chronograph occupa un posto unico nella storia delle esplorazioni spaziali: è infatti l’unica strumentazione ad essere stata utilizzata in tutti i programmi spaziali della NASA con equipaggio, dal programma Gemini a metà degli anni ’60 all’attuale programma della Stazione Spaziale Internazionale.

Anche prima dell’approvazione ufficiale, era stato scelto in forma privata dagli astronauti di due delle missioni Mercury, in cui l’equipaggio era formato da un solo uomo. La sfida lanciata dal presidente John F. Kennedy di mandare un astronauta sulla Luna fu particolarmente audace considerando che, quando venne espressa per la prima volta, un solo americano era stato nello spazio per “ben” 15 minuti e 28 secondi.

Quando Buzz Aldrin mise piede sul suolo lunare nel luglio 1969, l’OMEGA Speedmaster Professional meritò il caratteristico soprannome di Moonwatch.

Lo Speedmaster fu progettato per essere un cronografo assolutamente unico. Quadrante nero, lancette luminose, scala tachimetrica, cassa impermeabile, fondello a vite, vetro bombato e un’ulteriore protezione interna per il movimento: ecco gli elementi che concorrono al carattere forte e deciso di questo orologio professionale. Sul caratteristico quadrante Speedmaster trovano posto i contatori cronografici dei minuti e delle ore, completati da un terzo indicatore per i piccoli secondi.

La lancetta centrale dei secondi cronografici si attiva e si arresta con il pulsante superiore a lato dell’orologio e si resetta con quello inferiore.

Nel 1957, OMEGA lanciò il primo Speedmaster della storia, caratterizzato da estrema precisione, robustezza, leggibilità, facilità di utilizzo e affidabilità. Questo Speedmaster era dotato del calibro 321.

Tranne che per qualche piccola modifica, il cronografo rimane essenzialmente invariato dal 1957.

Nel 1968, il calibro 321 viene sostituito dall’861. Questa versione migliorata vanta gli ultimi progressi della tecnica ed è tuttora in produzione con il nome di 1861, un cambio di denominazione istituito nel 1996 quando OMEGA lancia la finitura rodiata di altissima qualità sui movimenti meccanici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>