I migliori orologi subacquei di sempre

di Alba D'Alberto

A guardarli gli orologi subacquei sembrano tutti uguali, soprattutto se si vanno a vedere i modelli classici e gettonati. In realtà sono modelli senza tempo, popolari non tanto per la resistenza all’acqua ma per la resistenza tour court. 

Secondo la ricognizione effettuata da Chrono24, la madre di tutti gli orologi subacquei è l’Oyster Perpetual Submariner di Rolex . Incontrastato guida tutte le classifiche degli orologi subacquei più amati di sempre. In primo luogo si presenta nella sua forma originale nel 1953, è dotato di tutti i dettagli tecnici necessari per l’uso a grandi profondità: corona a vite, lunetta girevole per la marcatura dei tempi di immersione e leggibilità sotto l’acqua e al buio grazie al materiale ad alta intensità luminosa sul quadrante. Anche in questa forma di base, la cassa Oyster impermeabile (riferimento 6204) è stata progettata per resistere a immersioni a profondità di 100 metri.

Il primo Submariner con la visualizzazione della data caratteristica con una lente di ingrandimento non è arrivata sul mercato prima del 1969.  I collezionisti sono particolarmente appassionati di modelli subacquei prodotti fino al 1980. Molti ricordano l’orologio Submariner culto da vari film di James Bond. Il Submariner è l’orologio ufficiale della Royal Navy, anche nella vita reale.

A partire dal 1967 Rolex ha cominciato a offrire una versione speciale del Submariner – il Sea-Dweller. L’originale Sea-Dweller è stato sviluppato in collaborazione con la società francese Comex che si occupa di immersioni, e che aveva bisogno di un orologio subacqueo per l’uso professionale. Rolex ha continuato ad estendere la tenuta della pressione dei suoi orologi negli anni successivi. I suoi ultimi modelli quindi cominciano a correre il rischio di infiltrazioni d’acqua soltanto a una profondità di 3.900 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>