Le caratteristiche dell’orologio subacqueo Rolex Oyster Perpetual Sea-Dweller 4000

di Francesco

Oggi vogliamo addentrarci nel mondo delle origini dell’orologeria subacquea e andare a scoprire quali sono stati nel corso degli anni i modelli che hanno fatto la storia. Tra le pietre miliari di questo settori alcune vengono prodotte ancora oggi  costituiscono dei sicuri punti di riferimento per gli appassionati. Le case produttrici, inoltre, spesso propongono delle riedizioni adattate alle innovazioni dei tempi. 

Le principali caratteristiche degli orologi subacquei per professionisti e non

Dopo aver visto uno dei modelli storici, il Blancpain Fifty Fathoms, oggi conosceremo meglio l’orologio subacqueo Rolex Oyster Perpetual Sea-Dweller 4000, un modello storico che da sempre ha contraddistinto i veri appassionati delle disciplina. Ancora oggi, tuttavia, una sua più recente versione è stata presenta nel corso di Basilea 2014.

Blancpain Fifty Fathoms – Alle origini dell’orologeria subacquea

Questo orologio presenta delle anse molto dritte che si collegano alla cassa in acciaio di ottima fattura, lo stile dell’estetica è piuttosto vintage e il quadrante a sfondo nero si presenta molto visibile, grazie anche alla presenza degli indici di colore chiaro, che hanno una forma tonda che a volte viene definita a bicchierino.

La cassa di questo orologio è garantita per una profondità massima di soli 1.220 metri, ma esistono anche delle referenze di orologi Rolex che riescono a superare anche questo “limite” – un esempio è costituto dal rolex Sea-Dweller DEEPSEA certificato per 3.900 metri.

La casa coronata ha negli anni sempre riproposto questo modello che ha trovato una continua accoglienza non solo tra i semplici appassionati ma anche tra i subacquei professionisti, che lo scelgono per le loro performance.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>