Jaquet Droz Grande Seconde Skelet-One Ceramic: anteprima SIHH 2019

di Valentina Cervelli Commenta

Tra le anteprime rivelate prima dell’atteso SIHH 2019, il Jaquet Droz Grande Seconde Skelet-One Ceramic è una di quelle che più sicuramente attireranno l’attenzione. Questo perché le novità introdotte rendono il modello capace di spiccare sulla media delle offerte proposte.

In particolare ci riferiamo al look scheletrato di questo modello della linea Grande Seconde unito alla  nuova cassa in ceramica high-tech nera creata per delimitare il piccolo quadrante a ore 12, fissato su tralicci scheletrati con viti in acciaio azzurrato. Un’innovazione che porta ancora una volta un modello ideato più di due secoli fa ad essere attuale. Se c’è una cosa che bisogna riconoscere alla maison Jaquet Droz è che è in grado di rimanere al passo con i tempi senza snaturale quelli che sono i suoi punti cardine.

In questo caso va riconosciuto però che proprio per la sua scheletratura un vero punto di rottura con il passato è stato stabilito: si è rinunciato allo smalto Grand Feu per dare spazio a luce, leggerezza e trasparenza. Il diametro è contenuto rispetto alla media con i suoi 41,5 mm di diametro, ma si adatta perfettamente a convivere e contenere la struttura aperta del movimento( il calibro meccanico Jaquet Droz 2663, N.d.R.). grazie alla finitura della cassa stessa, satinata sulla parte superiore e sulle anse. La carrure lucida aiuta ad illuminare ed a far risaltare il tutto mentre la platina principale del movimento si estende fino al contorno della cassa ed essendo sprovvista dell’anello della carrure aiuta a mantenere il movimento sospeso ottenendo un incredibile effetto estetico.

Gli indici di questo modello sono realizzati in oro bianco 18 carati e il quadrante delle ore e minuti è composto in acciaio. Il prezzo? Ancora da definire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>