Hublot Classic Fusion Chronograph Berluti

di Valentina Cervelli

Hublot Classic Fusion Chronograph Berluti è uno di quegli orologi che rimangono impressi nella memoria e che in grado di colpire immediatamente per la loro estetica si rivelano poi un ottimo accessorio anche dal punto di vista tecnico.

E’ innegabile poi che tale assunto sia ancora più vero quando ad unire le forze vi sono due aziende come la Hublot e Berluti, il cui sodalizio attivo dal 2016 è già stato in grado di regalare dei veri e proprio gioielli agli appassionati di Alta Orologeria.E mai come in questo caso il concetto di fusione è davvero portato all’estremo: come è facile notare non si ha solo una cassa che presenta la calligrafia scritto, ma anche un altro “virtuosismo” della maison di calzature, ovvero la palette della pelle patinata.

L’Hublot Classic Fusion Chronograph Berluti è disponibile sia in titanio che in bronzo in abbinamento ad un cinturino in pelle Venezia Cold Brown o Cold Gold: chiunque fosse interessato a possedere un esemplare di questa serie limitata deve muoversi bene e per tempo dato che sarà disponibile in esclusiva in Giappone (ad Isetan, negli store Hublot di Ginza, Osaka e Kyoto, N.d.R.) e nella boutique Hublot di New York dal 19 giugno al 20 luglio. Solo dopo questa data sarà disponibile in tutto il mondo, ma bisognerà capire quanti esemplari saranno rimasti per l’acquisto. All’interno di questo segnatempo, in entrambe le versioni, vi è il movimento cronografico automatico HUB1143. Come ha spiegato Ricardo Guadalupe, Ceo di Hublot:

Agli occhi di Olga Berluti, non c’è nulla di più splendido di una scarpa in pelle brunita per effetto del tempo. […] Trasferire nel mondo dell’orologeria questo savoir-faire è stata una sfida straordinaria: l’inconfondibile patina e le lettere della calligrafia ‘Scritto’, due tratti distintivi di Berluti, sono stati integrati nelle nostre casse grazie a un entusiasmante lavoro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>