Gli analisti parlano di crisi degli orologi svizzeri

di Alba D'Alberto

Gli orologi svizzeri sono sempre stati considerati il meglio dell’orologeria internazionale ma adesso sono in un momento di grave crisi, soprattutto per quel che riguarda l’orologeria di lusso. Come va interpretata questa situazione?

Gli orologi svizzeri hanno conservato nel tempo le loro qualità: sono orologi dotati di meccanismi precisi, per cui battono il tempo in modo ineccepibile. Quello non fanno più, però, è battere ogni record di vendite. Cosa che succedeva fino a qualche tempo fa.

La federazione dell’industria svizzera ha diffuso dei dati abbastanza preoccupanti parlando di una riduzione del 14,2% dell’export a luglio su un anno. Non solo, sul mercato che finora aveva assorbito la quantità maggiore dell’export, vale a dire il mercato di Hong Kong, si è registrata una perdita del 32,7% e si è verificato un calo continuo da 18 mesi a questa parte. Cosa hanno fatto le aziende dell’orologeria svizzera allora? Hanno deciso di tagliare le stime sul primo semestre dell’anno riducendo gli utili attesi fino al 50%.

La domanda giusta da porsi, allora, dovrebbe essere: per quale motivo i consumi in Asia si sono ridotti così tanto? La risposta è nella modifica delle dinamiche macroeconomiche asiatiche: c’è stato infatti un calo del turismo per shopping ad Hong Kong. In più s’iniziano a sentire gli effetti della campagna anti corruzione in Cina che ha svuotato moltissimi negozi, compresi quelli che vendono gioielli ed orologi.

Bisogna puntare su altri mercati, è ovvio. Quello europeo può essere un riferimento? La risposta è negativa perché l’Europa vive da tempo la depressione dei consumi e quanto al mercato orologiaio, è emblematico il dato francese che parla di una flessione del 27,8% delle vendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>