Dolce&Gabbana, la linea Manifattura Italiana

di Valentina Cervelli

Dolce&Gabbana tornano a stuzzicare i propri estimatori con una linea di orologi che omaggia l’Italia e che, bisogna ammettere, presenta agli stessi quello che il lavoro artigianale nostrano è ancora in grado di offrire.

Sei orologi, presentati tutti in edizione limitata che nascono per offrire degli orologi eleganti ed iconici. Niente di pacchiano o di lasciato al caso: la collezione Manifattura Italiana punta a mettere in mostra quel che l’orologeria italiana ha da offrire e che, si vuol sottolineare, non ha da invidiare ad altri brand ben più antichi ed all’avanguardia. Come è stato reso noto dal marchio, la fonte di ispirazione dei sei modelli della linea sono le città d’arte italiane famose in tutto il mondo: Roma, Milano, Venezia, Palermo, Firenze, Napoli.

E le casse sono divenute la tela principale per riprodurre tutto le loro “peculiarità” storiche ed architettoniche. Incisione ed intarsio sono le tecniche utilizzate per decorare al top tutta la superficie dei segnatempo, bracciali e quadranti compresi. A tanta attenzione estetica, ovviamente, è corrisposta anche una dotazione tecnica di tutto rispetto e di tipo Swiss Made. Dolce&Gabbana infatti ha inserito all’interno dei suoi orologi il calibro DG 01.01, primo movimento realizzato in-house e assemblato a mano dai maestri orologiai di Ginevra.  Per le versioni con la complicazione a 24 ore si è optato per il calibro DG 01.02, che grazie a un apposito congegno demoltiplicatore della ruota delle ore consente una divisione del quadrante in 24 ore a richiamare la classica “hora Italica“. Importante per chi fosse interessato all’acquiusto di un modello della linea Manifattura italiana: i sei modelli verranno realizzati in soli 13 esemplari cadauno con prezzi dai 45 mila ai 70 mila euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>