Orologio Panerai Radiomir 1940 3 Days Oro Rosso

Il fascino storico della cassa Radiomir 1940 debutta nella collezione storica di Officine Panerai con il nuovo Radiomir 1940 3 Days in oro rosso e provvisto del calibro P.3000, un movimento meccanico a carica manuale con tre giorni di autonomia di marcia. Nel Radiomir 1940 3 Days Oro Rosso le forme essenziali del design Panerai si integrano con soluzioni tecniche da alta orologeria sportiva nella scelta dei materiali e nella costruzione di ogni dettaglio dell’orologio.

Il quadrante, marrone con numeri arabi e indici luminescenti, con i piccoli secondi ad ore nove e la finestra della data ad ore tre, ha la struttura a due piastre sovrapposte con il materiale luminescente al centro, che emerge grazie ai fori realizzati in corrispondenza degli indici sulla piastra superiore. Una struttura ideata da Panerai già alla fine degli anni Trenta per assicurare maggiore profondità e leggibilità. Il colore del quadrante è marrone.

Leggi tutto

Nuovo Panerai Radiomir 8 giorni in ceramica: lo stile Panerai trova una nuova coniugazione

Anche quest’anno Panerai ha presentato un nuovo ed intrigante esemplare al Salone internazionale dell’alta orologeria di Ginevra (SIHH).

Il nuovo arrivato si chiama Panerai Radiomir 8 giorni ed è realizzato in preziosa ceramica. A dire il vero, parlare di un Radiomir come di un nuovo arrivato non rende giustizia al vero, in quanto Panerai può debitamente annoverare questo modello nella sua collezione storica. Nonostante questo, non possiamo negare che l’edizione 2011 presenta alcune caratteristiche inedite che meritano la giusta attenzione.

Tra i dettagli più intriganti non possiamo dimenticare la cassa in ceramica e il movimento a ricarica manuale prodotto in-house con una riserva di carica che arriva addirittura fino a 8 giorni. Il movimento di cui si fregia questo nuovo Radiomir è un Panerai calibro P2002/3 che, sfruttando appositi bariletti a molla, riesce a garantire la straordinaria riserva di carica a cui accennavamo.

Leggi tutto

Orologi Panerai Radiomir, è storia!

Panerai RadiomirPanerai Radiomir è una delle poche realtà italiane in campo di alta orologeria che possono vantare una così lunga storia. Non ci credete? E allora facciamo un salto indietro fino al 1936, quando in occasione del varo del primo gruppo sommergibili della Regia Marina, vennero richiesti alle officine Panerai degli orologio da polso in grado di affrontare le immersioni in mare. Modelli robusti e capaci di offrire anche un’ottima visibilità anche in acque profonde.

Panerai non era certo nuova nel settore, visto che si occupava già di meccaniche artigianali di precisione da una sessantina di anni e utilizzava una tecnica per rendere autoluminosi i quadranti di strumenti utilizzati in ambito militare, congegni di mira e reticoli per cannocchiali.  Ma andiamo avanti.

Leggi tutto

Panerai Radiomir, il ritorno dell’Egiziano

panerai-radiomir-egizianoIl Panerai Radiomir è uno tra gli orologi più famosi della storia dell’orologeria italiana. Di indubbia vocazione, sportiva ma prima di tutto militare, è un orologio che nel tempo si è evoluto e ha presentato soluzioni sicuramente innovative nel campo degli strumenti da polso.

Il primo Panerai Radiomir risale al al 1938, realizzazione per la Regia Marina Italiana, e fu successivamente negli anni ’50 anche dalla Marina Egiziana, da qui il nome che lo accompagnato fino a i giorni nostri.

Leggi tutto

Panerai Radiomir, orologi da battaglia per collezionisti

Panerai RadiomirC’è storia e storia, come quella degli orologi Panerai, alcuni entrati di merito nella tradizione e nel cuore dei collezionisti più incalliti. Come il modello Radiomir che riprende il disegno del primo orologio Panerai realizzato su commessa per la Regia Marina Italiana nel 1938. A quel tempo, infatti, la Marina Italiana aveva la necessità di fornire agli incursori un orologio che fosse subacqueo ed anche molto ben leggibile durante le immersioni notturne.

Radimir accettò la sfida e diede vita a un orologio che si caratterizzava per le grandi dimensioni e l’impermeabilità della cassa, la leggibilità del quadrante in immersione grazie ai grandi numeri arabi alternati a barrette trattate con vernice ‘radiomir’, la robustezza in condizioni d’uso estreme e un cinturino di colore grigio di cuoio ingrassato e fustellato per essere indossati sopra la muta subacquea.

Leggi tutto