Raymond Weil Nabucco: un cronografo di carattere

di Joel

Il  Nabucco è un segnatempo che fa onore alla sua casa produttrice anche per la capacità di essere biglietto da visita qualitativamente importante: Raymond Weil. Lanciata nel 1976, in un periodo di crisi per l’industria dell’orologeria, la maison svizzera riesce progressivamente a trovare un proprio posto tra le manifatture di lusso, affermandosi per il suo carattere innovativo e indipendente. Non è un caso che il suo slogan sia “Independence is a state of mind”.

In linea con la filosofia della casa produttrice, il Nabucco di Raymond Weil è un segnatempo estremamente interessante sia per la sua attenzione ai dettagli  sia per la raffinatezza e la solidità dei materiali che lo compongono. La cassa ha un diametro di 46 millimetri ed è disponibile sia in leggerissimo titanio sia in acciaio. Ricordiamo che il titanio è il 40% più leggero dell’acciaio ma ha la tendenza a graffiarsi più facilmente. Nonostante ciò, per un esemplare di 46 millimetri, quest’ultima opzione sembra essere del tutto appropriata così da compensare l’ampiezza con la leggerezza.

Il Nabucco è un cronografo di tutto rispetto, azionato da un preciso movimento automatico che regola il funzionamento dei tre piccoli contatori di minuti, ore e secondi rispettivamente posizionati a ore 3, 6 e 9. Il quadrante su cui questi si adagiano è percorso da pregevoli lancette in acciaio azzurrato che trovano una certa armonia cromatica con lo sfondo grigio della referenza. Per azionare le funzioni cronografiche è sufficiente servirsi degli appositi pulsanti posti a destra della cassa, mentre per cambiare la data è possibile utilizzare il pulsante a ore 10.

Tra i dettagli da ricordare troviamo anche la lunetta con scala tachimetrica e un bracciale in acciaio o titanio di grande resistenza e solidità. Forse sono proprio queste ultime le caratteristiche che descrivono meglio il Nabucco di Raymond Weil. Una volta al polso, infatti, questo segnatempo fa sentire la propria presenza senza passare inosservato.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>