Orologio raro in frantumi, una storia che non vorremmo raccontare

Un orologio moderno ma rarissimo, creato da un artista e in esposizione in un museo americano. Due turisti indisciplinati, nonostante gli avvertimenti e i moniti con l’invito a “non toccare”, hanno deciso di avvicinarsi troppo e ripetutamente al modello fino a farlo cadere.

Sono due giorni che ascoltiamo delle storie incredibili di opere d’arte mandate in frantumi per indisciplina dei visitatori dei musei. Ieri è stata la volta di un bambino che ha distrutto all’inaugurazione della mostra, una bella opera fatta di Lego. Oggi invece apprendiamo un’altra notizia che coinvolge non dei bambini ma degli adulti che dovrebbero essere tutto sommato più attenti e prudenti. Ecco il video ma soprattutto le indicazioni particolari riferite dall’Agenzia LaPress:

Il cartello ‘Vietato toccare’ evidentemente non era sufficientemente chiaro per questa coppia di turisti in visita al museo nazionale degli orologi di Columbia, in Pennsylvania. Nonostante gli avvisi i due si ostinano a toccare ripetutamente un antico pendolo di legno finché non cade a terra, spaccandosi. La scena è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza della struttura. “Questo è il motivo per cui preghiamo e supplichiamo i nostri visitatori di non toccare gli oggetti esposti”, hanno commentato i vertici del museo, inaugurato nel 1977. All’epoca la struttura poteva contare su una collezione di oltre mille orologi e pendoli, ma è cresciuta rapidamente, superando i 12mila pezzi esposti: quello rotto dai turisti indisciplinati era moderno ma rarissimo, creato dall’artista James Borden.

 

Al di là dell’evento specifico, quanto avvenuto nel museo è increscioso. La curiosità nei riguardi degli orologi, infatti, si può anche soddisfare con strumenti multimediali, evitando danni così ingenti.

1 commento su “Orologio raro in frantumi, una storia che non vorremmo raccontare”

Lascia un commento