Minute Repeater Tourbillon Whit Bridges, la presentazione ufficiale

di Alba D'Alberto

Per la prima volta i ripetitori meccanismo, gong e martelli sono visibili sul lato quadrante oltre al tourbillon. Una trasparenza che piace soprattutto a chi degli orologi apprezza in primis il meccanismo. Ecco il Minute Repeater Tourbillon Whit Bridges.

LO SAPEVATE ?

La ripetizione dei minuti è stata inventata intorno al 1750 prima dell’avvento dell’elettricità, quando le persone ebbero la necessità di sentire un’indicazione del passare del tempo durante la notte.

Il caso è stato sviluppato per avere il perfetto rapporto tra la dimensione calibro e il diametro della cassa interna che garantiranno un’alta qualità del suono. Il fondello in vetro è convesso per aumentare il volume d’aria tra il movimento e la superficie della cassa interna.

Le caratteristiche

  • Cassa in titanio con il bullone laterale. Fondello in vetro zaffiro.
  • Cinturino in alligatore nero cucito a mano. Fibbia Titanium tripla pieghevole.
  • Movimento manuale GP09500-0003
  • La carica dura almeno 60 ore
  • Tourbillon, ripetizione minuti, ore, minuti tra le funzioni

Due le versioni di questo gioiello, una prevede anche l’uso delle lancette in blu, molto affascinante ed elegante. Ed ecco la famosa storia del ponti d’oro raccontata da QuillandPad

Prima di andare avanti, mi piacerebbe chiarire almeno un po’ ‘la storia dei “ponti d’oro”, che sono spesso associati con tourbillon di Girard-Perregaux. Constant Girard e suo fratello hanno realizzato il laboratorio di orologeria che porta il loro nome nel 1852, ma solo quando Constant si è sposato con Marie Perregaux nel 1854 è nata l’azienda prende il nome che sappiamo anche oggi. Già via del ritorno poi, affermazione costante di Girard alla fama è stato il tourbillon con tre ponti.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>