Orologio nell’uovo di Pasqua? Qualche consiglio

di Valentina Cervelli Commenta

Se si vuole approfittare dell’uovo di Pasqua per fare una gradita sorpresa ai propri cari, non vi è cosa migliore di regalare loro un orologio: detto ciò va anche sottolineata la necessità di avere sotto controllo tutto prima di muoversi in tal senso.

Cosa significa questo? Molto semplice: se si vuole inserire all’interno di un uovo di pasqua un segnatempo è importante muoversi in anticipo e non di poco sulla consegna dello stesso. A meno che infatti non lo si possegga da prima, è necessario calcolare il tempo necessario all’accessorio per arrivare nelle mani di colui che lo regalerà. Fatto ciò  ci si dovrà tra l’altro assicurare del funzionamento, consultando la garanzia e dandosi il tempo necessario per un’eventuale sostituzione in caso l’orologio sia difettoso o non funzioni perfettamente. In linea teorica in tal senso, soprattutto se ci si muove online per la compravendita, si dovrebbe iniziare con l’organizzazione almeno 2 mesi prima: se ci si serve direttamente in un negozio ci si può muovere last minute tanto quando sarà consentito dall’artigiano che inserirà il segnatempo all’interno della cioccolata.

Una volta che si sarà inserita la grande sorpresa all’interno dell’uovo bisognerà puntare ad una conservazione pressoché perfetta dello stesso. Questo perché per quanto l’orologio sia contenuto sicuramente in una scatola o sacchetto opportunamente plastificata, vi è sempre la possibilità di danni derivanti da una gestione errata a livello meccanico dell’insieme: urti e scossoni devono essere evitati per forza. Solo in questo modo sarà possibile godere della faccia felice ed estatica di coloro che riceveranno l’orologio in regalo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>