Orologio Longines DolceVita

di Joel

Se volete colpire una donna per voi importante, vostra moglie, la vostra fidanzata, vostra madre o perché no, vostra figlia, non impelagatevi in inuili voli pindarici per decidere cosa potrebbe fare al caso suo. Volete andare sul sicuro? Bene, scegliete un oggetto elegante, senza tempo e soprattutto noh fate mai mancare un tocco di glamour.

Recatevi dal vostro gioielliere di fiducia e fate alla vostra lei un regalo importante e impegnativo, ma sicuramente elegante e di gran classe. Un orologio che racchiude già nel nome che porta l’idea che ha segnato gli anni d’oro del dopoguerra.

Parliamo della linea DolceVita di Longines, in particolare del L5.155.5.00.7, il più delicato e prezioso della collezione ispirata al capolavoro felliniano con protagonisti Anita Ekberg e Marcello Mastroianni.

La cassa di forma rettangolare e il bracciale in acciaio risplendono di luce riflessa, grazie ai 32 diamanti 0.27 carati che sono incastonati ai margini della cassa stessa.

Gli occhi della vostra innamorata riluceranno grazie ai ben 212 brillanti (0.508 carati) montati sul quadrante, in oro bianco 18K, chiuso da un vetro zaffiro, che rende il segnatempo impermeabile fino a 3 metri. Raffinato anche il cinturino, stretto, in acciaio con chiusura pieghevole e innesti di oro rosa 18K, che dona all’orologio un tocco di colore delicato e molto femminile.

Anche la corona è in oro rosa, ‘pinky’ ripreso anche dalle lancette e dal logo Longines presente sul quadrante. Il movimento, coperto, è dei più classici a quarzo, ma chi l’ha detto che classico deve essere sinonimo di ‘vecchio’? Non è certamente un orologio alla portata di tutti, ma per colpire una donna non bisogna di certo fare cose scontate.

E se un diamante è per sempre, un orologio in cui i diamanti sono i protagonisti assoluti terranno gli occhi della vostra amata lontani da qualsivoglia distrazione a meno che non sia sul suo polso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>