Due orologi in uno nel Maitre Cabinotier Astronomica di Vacheron Constantin

di Francesco

Nell’immagine che accompagna questo post potete ammirare uno degli orologi astronomici più complicati che vi siano in commercio al momento. Un pezzo esclusivo, in verità, firmato da Vacheron Constantin, maison storica di alta orologeria, che ha voluto dare vita ad un orologio meccanico che ne racchiuda quasi un paio al suo interno, in cui l’astronomia giochi una parte importante. 

Una cascata di diamanti per il Patrimony Traditionnelle High Jewellery di Vacheron Constantin

Si tratta del Maitre Cabinotier Astronomica di Vacheron Constantin in cui già il nome stesso costituisce un biglietto da visita unico, in quanto quando Vacheron Constantin firma un orologio appartenente a questa collezione ha già intenzione di realizzare un pezzo unico nel suo genere. Non a caso l’orologio che ha ispirato il modello più recente è stato nel 2005 il pezzo più complicato mai costruito al mondo.

Vacheron Constantin presenta i modelli Métiers d’Art Mécaniques Ajourées

In questo modello, invece, l’orologio contiene almeno 15 complicazioni meccaniche, un numero oggi imponente. Il suo calibro è infatti al momento uno dei più complessi, e ospita le seguenti grandi complicazioni che sicuramente faranno gola agli appassionati di orologeria:

  • Ripetizione minuti
  • Equazione del tempo
  • Tourbillon ad ore 6
  • Calendario perpetuo con data, giorno della settimana, mese, anni bisestili
  • Riserva di carica
  • Indicazione dell’ora dell’alba e del tramonto.

Come si può vedere le principali complicazioni presenti in questo orologio sono indirizzate in senso astronomico. E una vera e propria carta del cielo è quella che si può leggere sul bellissimo fondello lavorato, attrezzato come un vero e secondo quadrante. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>