Maurice Lacroix Masterpiece Gravity Limited Edition

di Valentina Cervelli Commenta

Era il 2014 quando Maurice Lacroix lanciava il suo primo Masterpiece Gravity: quattro anni dopo il brand svizzero presenta una edizione limitata a 25 esemplari dagli ottimi contrasti e caratterizzati da una particolare attenzione per i particolari.

Come è possibile osservare ore e minuti sono riportati in un quadrante decentrato con lancette rivestite in SuperLuminova : gli elementi in questione spiccano su uno sfondo nero con motivo a quadri dove si trovano le due viti firma di Maurice Lacroix e il logo. E’ inutile negarlo: nel momento in cui si guarda il Maurice Lacroix Masterpiece Gravity Limited Edition quel che spicca di più è il fatto che il centro del quadrante sia contornato dal giro delle ore dove l’uso del giallo illumina l’intero orologio, soprattutto grazie alla scelta di colorare i numeri arabi di nero e gli indici applicati bianchi con SuperLuminova.

Anche la sezione inferiore del quadrante che ospita l’indicatore dei piccoli secondi, gioca con il contrasto tra il giallo ed il grigio. L’approccio estetico usato per questo accessorio non solo appare decisamente piacevole a livello estetico ma consente una leggibilità perfetta in qualsiasi occasione. In generale quello che ci si trova davanti è un orologio di lusso sportivo ed elegante allo stesso tempo caratterizzato da linee importanti.

All’interno della cassa da 43mm del Masterpiece Gravity Limited Edition vi batte il calibro di manifattura ML230, un movimento in-house con la massa oscillante posizionata sul lato quadrante in modo da regalare a chi porta l’accessorio al polso di poter osservare il funzionamento della molla e della ruota del bilanciere. Il cinturino è  in pelle di vitello effetto carbonio, con impunture gialle e fodera in caucciù nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>