GPHG 2018, i vincitori: Chanel una conferma

di Valentina Cervelli Commenta

Ancora una volta il GPHG o Grand Prix de l’Horlogerie de Genève ha distribuito i suoi importanti riconoscimenti a modelli e maison dal lustro internazionale. Tra di essi anche una costante degli ultimi 5 anni, ovvero Chanel. Il marchio si è aggiudicato la categoria Ladies con il modello Boy·Friend

Una vittoria favorita tra le altre cose anche dal calibro presentato al suo interno: il terzo in tre anni, il Calibro 3, che ha mostrato di adattarsi perfettamente alle linee del segnatempo nel quale è stato inserito. Insomma, dopo 3 anni il Boy·Friend, grazie ad un movimento scheletrato dall’impatto notevole presenta un calibro pressoché perfetto da qualsiasi punto di vista: sembra quasi galleggi all’interno della classica cassa ottagonale in oro beige, con i suoi cerchi interconnessi ed allineati in verticale.

Ecco, ad ogni modo, una lista di tutti gli orologi premati:

  • Premio Aiguille d’Or “Grand Prix GPH2018” : Bovet 1822 Récital 22 Grand Récitalchanel
  • Premio Revival: Vacheron Constantin, Historiques Triple calendrier 1942
  • Premio Innovazione: Krayon Everywhere Horizon
  • Premio Orologi Donna: Chanel Boy·friend Skeleton
  • Premio Orologi Donna Complicati: Van Cleef & Arpels Lady Arpels Planétarium
  • Premio Orologi Uomo: Akrivia, Chronomètre Contemporain
  • Premio Orologi Uomo Complicati: Laurent Ferrier Galet Annual Calendar School Piece
  • Premio Cronografo: Singer Reimagined, Singer Track1 Hong Kong Edition
  • Premio Cronometro: De Bethune, DB25 Starry Varius Chronomètre Tourbillon
  • Premio Eccellenza Meccanica: Greubel Forsey Grande Sonnerie
  • Premio Orologi Sportivi: Seiko Seiko Prospex 1968 Diver’s Re-creation
  • Premio Orologi Gioiello: Van Cleef & Arpels, Secret de Coccinelle
  • Premio Orologio Mestiere d’Arte: Hermès, Arceau Robe du soir
  • Premio Petite Aiguille: Habring2 Doppel-Felix
  • Premio Challenge: Nomos Glashütte Tangente neomatik 41 Update
  • Premio Audacità: Konstantin Chaykin Clown
    Premio Speciale della Giuria: Jean-Claude Biver, Presidente onorario della divisione orologeria del Gruppo LVMH, Chairman di Hublot e Zenith

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>