Come capire se un Rolex è falso

di Valentina Cervelli Commenta

Come capire se un Rolex è falso quando lo si acquista da canali non ufficiali? Di certo un prezzo troppo basso dovrebbe mettere in allarme, ma più in generale, prima di qualsiasi compravendita sarebbe consigliato poter vedere l’orologio dal vivo e verificare alcune sue caratteristiche.

Gli orologi Rolex sono forse l’oggetto più falsificato al mondo e proprio per questo diventa difficile distinguere l’accessorio reale da quello riprodotto: negli anni le capacità dei falsari si sono affinate rendendo difficile un riconoscimento esatto per almeno il 70% delle persone (aldri compresi, N.d.R.), così come indicano le ultime statistiche. Come regolarsi quindi?

La prima cosa che bisogna osservare per bene è la data: il datario si trova sul lato destro del quadrante vicino alle ore 3, dotato di una lente di ingrandimento detta “ciclope” al fine di rendere le cifre, molto piccole, leggibili. Il cristallo dell’ orologio vero ingrandisce di 2,5 volte mentre in quelli falsi, essendo utilizzato il vetro, il massimo ingrandimento è di 1,5 volte, insufficiente per una lettura chiara. Anche il peso dell’orologio ha il suo perchè: se leggero, è sicuramente un’imitazione e questo perché vengono utilizzati dei materiali di pregio dotati di un certo peso. Ancor più semplice riconoscere il vero dal falso al tatto quando ad essere coinvolti sono l’oro giallo, rosa o bianco.

Une lente di ingrandimento può poi aiutare a verificare se sul quadrante o in altri punti esistano imperfezioni, assenti dalle lavorazioni della Rolex, la quale tra l’altro incide sempre le lettere: in caso di stampa o dipinto l’orologio è un falso. Il brand poi non esegue incisioni sul fondello né lo ha mai reso trasparente: altra caratteristica da ricordare. Ed attenzione: ogni modello è a perfetta tenuta stagna: se notate delle gocce al suo interno vi trovate davanti ad un’imitazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>