Girard-Perregaux Quasar, accessorio fantastico

di Valentina Cervelli Commenta

Presso il Watches & Wonders 2019 a Miami Girard-Perregaux ha presentato il nuovo Quasar: orologio caratterizzato da un’incredibile estetica e da un calibro in grado di lasciare a bocca aperta esperti e neofiti.

Parliamo infatti di un movimento Neo-Tourbillon con Tre Ponti totalmente visibile grazie ad una cassa interamente realizzata in vetro zaffiro: una visione spettacolare da portare al polso. Ricordiamo che questo calibro (GP9400-1035)  fece il suo esordio lo scorso anno: ma solo oggi con il modello Quasar è stato in grado di trovare una vera dimensione. Come ricordano dalla maison questo nuovo segnatempo racchiude n se i quattro principi della manifattura Girard-Perregaux: i tre ponti d’oro visibili sul lato del quadrante, la scheletratura manuale eseguita presso i laboratori di La Chaux-de-Fonds, il recente Neo-Tourbillon Con Tre Ponti e l’uso dello zaffiro in un ruolo intenso e preponderante.

La cassa ha un diametro di 45 mm ed una canna di vetro avvolge i ponti del movimento come una cupola tellurica mentre la carrure è in un pezzo unico, arrotondata sui fianchi e spigolosa in corrispondenza delle anse. L’effetto finale? Sembra che il movimento fluttui all’interno della cassa. L’impermeabilità è pari a 30 mt di profondità ma va detto che data la tipologia di modello non viene chiesto molto alla manifattura da questo punto di vista. Il cinturino è alligatore cucito a mano di colore nero con fibbia pieghevole a tripla lama, in titanio. Il Girard-Perregaux Quasar è senza dubbio un segnatempo che merita tutta l’attenzione che gli si possa dare ed un posto di tutto rispetto in qualsiasi collezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>