Il nuovo codice di eleganza secondo OPSOBJECTS

di Alba D'Alberto

Nasce OPS!POSH, il nuovo orologio unisex del brand italiano di gioielli e orologi che ripropone la classe impeccabile dell’orologeria anni ’50. In particolare nel quadrante bianco con numeri e lancette dalle linee sottili e minimali. Naturalmente rivisitandolo in chiave OPSOBJETCS, attraverso il colore e i materiali d’ultima generazione.

Parte con queste considerazioni programmatiche la presentazione di un orologio che si gode la sponsorship di Fedez e J-AX. Entriamo adesso nel merito della scelta dei materiali che rendono questo orologio veramente dinamico e accattivante: la cassa, infatti, è in policarbonato e i cinturini intercambiabili in silicone. È la versatilità del modello a rendere un orologio giovane. Se considerassimo le ultime proposte, questa e quella di Hublot, dovremmo dare una risposta positiva alla domanda. Questo permette di moltiplicare le 10 varianti colore in cui OPS!POSH è disponibile in infinite combinazioni cromatiche.

OPS!POSH – spiega l’azienda – è appena nato ed è già una star, perché presente nel videoclip “VORREI MA NON POSTO”  singolo di FEDEZ & J AX.

La scelta non è casuale perché OPS!POSH  richiama i giochi cromatici del videoclip con immagini evocative di tutta la bellezza e la luminosità dell’estate che sta arrivando. Rappresentando lo stile più contemporaneo e provocatorio, lo si ritroverà al polso di alcuni degli interpreti come musicisti e modelle vagamente zinghi e che danzeranno per celebrare l’Holi, la festa dei colori. Mille sfumature che si riflettono nei gioielli MyOps! e nelle lenti a specchio dei nuovi occhiali CAT EYE OPS!Greta Sport indossati dalle ballerine. Non poteva essere altrimenti, soprattutto per un marchio come OPSOBJECTS che ha fatto del colore la sua filosofia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>