Il Casio Databank, caratteristiche e vantaggi

di Alba D'Alberto

Il Casio Databank che è uno dei classici orologi Casio anni 80, un orologio molto particolare e stravagante che ha riscosso successo tra i pubblico. Il suo punto di forza è nella tastiera, oltre che nel quadrante digitale di forma rettangolare. 

Il Casio Databank dispone della tastiera sottoposta al quadrante digitale di forma rettangolare. Sulla tastiera ci sono diverse funzioni: non si tratta di una tastiera che consente di comporre un numero perché con questo orologio non si chiama nessuno, ma è un orologio da usare come calcolatrice.

Più che considerarlo un orologio sportivo è da considerare un orologio per matematici che vogliono avere sempre al polso la calcolatrice. E perché avere una calcolatrice sempre a disposizione? Per tanti motivi legati alla vita quotidiana, per esempio perché andando a fare la spesa potreste trovarvi nella necessità di capire quanto dovete spendere.

Il Casio Databank nonostante il prezzo, è stato congegnato alla perfezione con cassa e cinturino che si sposano all’unisono grazie ad un assemblaggio di prim’ordine. Il cinturino è molto interessante, perché è realizzato con maglie in acciaio inox quindi molto resistenti. L a comodità dei Casio è proverbiale. La cassa è in plastica dura, misura 37 millimetri e ha delle ottime funzioni visibili sul quadrante. Dalla memoria dei dati alla possibilità di compiere fino a 25 operazioni.

Si può configurare la calcolatrice in 13 lingue diverse. Si può visualizzare il doppio orario e scegliere sempre tra orario locale e orario mondiale. L’orologio è disposto per essere utilizzato anche come sveglia.

Due modelli molto interessanti della stessa linea da valutare con attenzione sono il Casio Databank DB-360N-1AEF, il Casio dbc 610 e il Casio DBC 611 E-1EF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>