Apple Watch 4, fa anche l’elettrocardiogramma

di Valentina Cervelli

La Apple è un’azienda nota per la capacità che ha di spingere in alto i limiti delle sue offerte: i prezzi spesso sono proibitivi ma è fuori da ogni dubbio che le dotazioni sono incredibilmente vaste e variegate. Adesso gli Apple Watch non solo registrano il battito ma possono praticamente “fare” un elettrocardiogramma.

Apple Watch non è solo lo smartwatch più venduto nel mondo, è l’orologio più venduto nel mondo e basta”, ha detto Tim Cook alla presentazione dei nuovi prodotti Apple lo scorso 12 settembre e difficilmente gli si può dare torto se si pensa che solo nell’ultimo anno le vendite dello smartwatch di Cupertino sono cresciute del 40%. I nuovi Apple watch 4, hanno subito mostrato di essere “agguerriti”: sono infatti dotati di un nuovo processore e di un display più grande pur rimanendo il dispositivo delle stesse misure: In questa versione vi è una spiccata e maggiore spinta verso alle funzioni legate alla salute. Vi è addirittura la possibilità, grazie ad un sensore che registra le cadute, di far sì che l’orologio possa avvertire direttamente l’ospedale.

Ma la vera novità, quella che lascia a bocca aperta è quella dell’elettrocardiogramma: oltre a contare i battiti cardiaci l’Apple Watch è in grado di registrare l’attività del cuore con una precisione pari a quella dei dispositivi medici professionali. Non è un caso che la FDA, la Food and Drug Administration lo abbia approvato in tal senso.  Bastano solo 30 secondi ed il dito sulla digital crown dello smartwatch.

Esteticamente parlando sono disponibili le versioni Black Ceramic e Sapphire Crystal. Cinturini e tempo di carica sono gli stessi della precedente generazione: il tutto ad un prezzo di 439 euro che sale a 539 per la versione con il cellulare integrato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>