Zenith Defy Classic Range Rover Special Edition

di Valentina Cervelli Commenta

Zenith Defy Classic Range Rover Special Edition è l’ennesimo frutto di una collaborazione tra Zenith e Land Rover che dura ormai da tre anni e che ha ormai stabilito quanto alta possa essere la qualità del loro lavoro di intenti.

Basti pensare al modello presentato lo scorso anno dai due, il Chronomaster El Primero Range Rover Velar. Ma è ovvio che se il marchio lancia una nuova vettura che intende rendere iconica, la maison non può rimanere a guardare e non dare vita ad un modello celebrativo. Ecco quindi che il Zenith Defy Classic Range Rover Special Edition è il gioiello che accompagna la nuova Range Rover Evoque, minimalista ed essenziale rispetto ad altri modelli ma a contempo ricercata. Utilizzando le parole dello Chief Design Officer di Land Rover Gerry McGovern:

Una componente chiave della nuova Range Rover Evoque è la desiderabilità. Il nuovo Zenith Defy Classic Range Rover rappresenta una svolta nel design collaborativo: è un orologio estremamente desiderabile e un giusto tributo alla collaborazione tra Zenith e Land Rover.

E  basta gettare uno sguardo al segnatempo per rendersi conto di quanto siano vere queste considerazioni: l’approccio proposto è moderno e di stile grazie all’importante lavorazione del quadrante. Lo Zenith Defy Classic Range Rover Special Edition è caratterizzato da una cassa di 41 mm di diametro, un quadrante scheletrato direttamente ispirato al design delle ruote della Range Rover Evoque e da tonalità che richiamano in pieno la vettura, specialmente per ciò che riguarda l’Artic Petrol usato per la lancetta dei secondi e per la massa oscillante. E che dire del cinturino che richiama gli interni dell’automobile?

Saranno solo 200 gli esemplari prodotti in questa edizione limitata gestita dal movimento automatico Elite 670 SK.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>