Versace Medusa Stud Icon: eleganza aggressiva

di Valentina Cervelli

Quando si ha a che fare con il brand Versace si sa che si ha la possibilità di ottenere, dai nuovi “prodotti” eleganza ed aggressività allo stesso tempo. E con gli orologi Versace Medusa Stud Icon questo assunto viene pienamente confermato.

Quello che si cerca solitamente nel brand è qualcosa che sia in grado di lasciare il segno in modo pieno e senza sbavature. Per quanto si possa non amare lo stile del brand per ciò che concerne alcune tipologie di vestiti, per tutto quello che riguarda gli accessori, i creatori alla base sanno quali sono le caratteristiche che devono accentuare e come regolarsi con materiali e forme. In particolare questo modello e le sue varianti sono da considerare perfette per una donna che desidera qualcosa di piacevole ma in grado di spiccare.

Soprattutto se la suddetta è pronta a creare uno statement con quello che sta indossando: la caratteristica interessante del Versace Medusa Stud Icon è è proprio quella di riuscire nell’intento senza uno sforzo troppo eccessivo. E tutto grazie alle borchie con la Medusa in rilievo che diventano l’elemento distintivo del nuovo accessorio, impreziosendo il lungo cinturino in elaphe double tour, pensato appositamente per avvolgersi attorno al polso dando vita ad un quadro di stile difficile da negare.

I diversi colori rendono possibile accoppiate gli orologi Versace in questione con qualsiasi outfit: i colori disponibili sono nero e giallo (insieme tipico di casa Versace, N.d.R.) sabbia e bordeaux. La cassa IP champagne di piccole dimensioni per adattarsi ad un polso femminile è impreziosita dalla Greca incisa sulla lunetta e dalle “V” sulle lancette e sugli indici, mentre versione con bracciale è un susseguirsi di borchie che ne fanno un vero e proprio gioiello per una cifra “modica” che parte dai 1200 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>