Vacheron Constantin Patrimony Self Winding 36 mm

di Valentina Cervelli Commenta

Quasi sempre le grandi maison propongono orologi dal diametro importante, in grado di lasciare il segno. Eppure da un paio di anni a questa parte almeno alcuni di loro tentando di non dimenticare le vie di mezzo: tra di essi c’è Vacheron Constantin con il suo Patrimony Self Winding 36 mm.

Il modello è stato presentato ufficialmente presso lo scorso Salone di Ginevra ed è stato bene accolto sia dai visitatori classici della rassegna sia da quelli che amano particolarmente questa tipologia di modelli, di gran moda fino alla fine degli anni ’90. Dando uno sguardo all’orologio è facile comprendere come Vacheron Constantin abbia centrato in pieno l’obiettivo approcciano il genere con semplicità ed eleganza. La nuova versione del Vacheron Constantin Patrimony Self Winding 36 mm presenta un quadrante opalino, indici sottili e lancette in oro bianco e la finestrella del datario a ore 10. Sono due le versioni di questo orologio proposte: una cinturino in pelle nero semiopaco ed un’altra con cinturino in pelle rosso brillante. Due modelli decisamente eleganti.

All’interno di questo elegante Patrimony vi è un cuore formato dal Calibro 2450 Q6 a carica automatica: il movimento, messo a punto direttamente dal brand presenta una riserva di carica di circa 40 ore grazie, tra le altre cose, ad una massa oscillante in oro 22 carati decorata con un motivo ispirato alla croce di Malta, il  simbolo di Vacheron Constantin. Non si tratta, come possibile immaginare di un accessorio adatto a tutti i portafogli. Per entrambe le versioni, il prezzo di acquisto è pari a 24.900 Euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>