H. Moser & Cie Endeavour Perpetual Calendar Purity Cosmic Green

di Valentina Cervelli Commenta

Semplice complessità: parole che potrebbero tentare di descrivere l’Endeavour Perpetual Calendar Purity Cosmic Green di H. Moser & Cie, una delle anteprime di Baselworld 2018 che siamo sicuri saranno in grado di attirare l’attenzione di addetti ai lavori ed appassionati di orologeria.

E’ già stato descritto come il calendario perpetuo più semplificato e rapido che il mercato offra al momento ed è difficile non annuire posando lo sguardo su questo accessorio che sicuramente vuole tenere vicini a sé gli estimatori del marchio ma al contempo punta ad attirare una clientela più giovane, seppure altrettanto facoltosa, dato il prezzo di circa 51 mila euro.

Come molti altri orologi della sua categoria, anche l’H. Moser & Cie Endeavour Perpetual Calendar Purity Cosmic Green è disponibile in edizione limitata,in questo caso di 50 esemplari. Il quadrante è senza logo e grazie alla semplicità dei doppi indici è minimalista fino all’estremo.

L’Endeavour Perpetual Calendar è uno dei modelli più noti agli appassionati per il suo movimento complicato ed al contempo per la sua semplicità: ed in questa versione verde tale contrasto spicca particolarmente. Grazie a una corta lancetta centrale gli indici sul suo quadrante indicano non solo le ore, ma anche i mesi senza datari o altre “scorciatoie” di sorta. Ve ne è solo uno ad ore 3 che indica la data e la riserva di carica alle ore 9. E’ evidente che al contrario di modelli simili, questo orologio non indica né il giorno della settimana né le fasi lunari.

Al suo interno batte il Calibro HMC 800 che,importante, può essere regolato in avanti e indietro e a qualsiasi ora del giorno: la cassa che lo contiene presenta 42 mm di diametro. Il cinturino è in cuoio di kudu beige con fibbia pieghevole in oro bianco 18 carati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>