Vacheron Constantin Métiers d’Art La légende du zodiaque chinoise: anno del maiale

di Valentina Cervelli Commenta

Vacheron Constatin è pronto ad accogliere l’arrivo dell’anno del maiale con due nuovi modelli entrati a fare parte della collezione Métiers d’Art La légende du zodiaque chinoise: ognuna delle referenza presentate sarà offerta ad eventuali compratori in ben 12 varianti tra le quali scegliere.

Uno degli elementi più interessanti di questi orologi dedicati all’anno cinese del maiale è il richiamo all’arte Jianzhi nelle sue decorazioni: i tecnici del brand sono riusciti infatti a reinterpretare questo stile di decoupage della carta che ebbe il suo boom tra la metà del ‘300 e gli inizi del ‘900. Ecco quindi che è possibile notare come sul quadrante smaltato Gran Feu sia stato riprodotto il disegno delle foglie tipico dell’iconografia cinese classica, direttamente inciso sul metallo in modo da lasciare la decorazione praticamente incastonata giocando sui rilievi accentuati in modo diverso sulla base in oro in modo di dare l’illusione del movimento. Il maiale, disponibile sia in oro rosa che in platino è inciso a mano prima dell’applicazione sul quadrante. Quel che si ottiene a livello estetico è un orologio di certo non classico nel senso più stretto del termine, ma sicuramente caro a chi ama la tradizione cinese ed i segnatempo ad essa ispirati.

Ovviamente l’interno del Vacheron Constantin Métiers d’Art La légende du zodiaque chinoise – anno del maiale è altrettanto valido: all’interno della cassa in platino o oro rosa da 40 mm di diametro è infatti possibile trovare un calibro 2460 G4 di Vacheron Constantin visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro. Il prezzo di questo gioiello? Solo su richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>