Ulysse Nardin Skeleton X Magma

di Valentina Cervelli Commenta

Non si può negare che l’Ulysse Nardin Skeleton X Magma sia un orologio di quelli che rimangono impressi nella memoria: la sua estetica è senza dubbio di quelle che non si scordano facilmente.

 

E’ importate sottolinearlo: da quando la maison ha deciso di fare uscire il suo primo Freak, la voglia di sperimentare e stupire non è mai passata, soprattutto sfruttando la scheletratura ed il profilo ad X formato da quattro barre che in questo caso hanno anche un ruolo da indici delle ore e da sostegno per il rettangolo piazzato al centro che definisce ancora di più un segnatempo straordinario nel suo aspetto. La motivazione della scelta “Magma” come nome è presto spiegata: il contrasto studiato tra il rosso ed il nero della cassa in carbonio da 43 mm ricorda proprio il materiale lavico ed il suo movimento.

Un orologio molto importante dal punto estetico che proprio a favore dell’immagine rinuncia sia alla massa oscillante che ad un indicatore della riserva di carica. Nonostante ciò, è importante non dimenticare che può contare su un movimento a caria manuale di livello, l’UN-371 caratterizzato da un’autonomia di circa 4 giorni e da una molla e scappamento in silicio. Il fatto che manchi un quadrante e che si giochi tutto sulle trasparenze rende ovviamente l’Ulysse Nardin Skeleton X Magma decisamente molto più accattivante ed attraente di altre referenze.

L’impermeabilità è pari a 50 mt di profondità ed il tutto, per il modico prezzo di 25 mila euro, è completato da un cinturino in pelle nera con cuciture nere Black Leather.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>