Smartwatch Armani, Shawn Mendez testimonial

di Valentina Cervelli

Emporio Armani lancia i suoi smartwatch durante la Fashion Week Uomo di Milano utilizzando un testimonial di eccezione: Shawn Mendes. Il cantautore diciottenne e infatti il nuovo volto pubblicitario di questa linea.


E chi più di lui può aiutare a brandizzare un simile accessorio nei confronti delle generazioni più giovani che più di tutti sono alla ricerca di un mix perfetto tra orologeria e connessione ad internet? Giorgio Armani ha scelto perfettamente in questo caso: un ragazzo di 18 anni, famoso e con centinaia di migliaia di followers nei social network è il volto perfetto per portare nelle case dei più giovani i suoi  smartwatch touchscreen ed i nuovi modelli Hybrid smartwatch messi a punto per la linea Emporio Armani Connected.

Gli accessori dal canto loro posseggono delle caratteristiche perfette per adattarsi al mercato degli smartwatch attuale: parliamo di una possibile scelta tra 8 display e abbinamenti cromatici unici, in modo tale da abbinare meglio l’oggetto allo stile personale di chi acquista. O ancora il monitoraggio delle attività attraverso il contapassi, la corsa o gli obiettivi di fitness. È sempre dal punto di vista delle personalizzazioni, cosa dire della possibilità di avere 11 opzioni per ciò che riguarda il cinturino?

Insomma questa linea di smartwatch Armani è stata pensata in ogni dettaglio al fine di soddisfare qualsiasi esigenza: tra le diverse features ciè anche il download diretto sull’orologio di applicazioni di terze parti dal Google Play Store, la possibilità di ascoltare la musica in streaming e l’utilizzo di Google Assistant per controllare il meteo, scrivere promemoria e ottenere indicazioni stradali. Questa collezione sarà disponibile nei negozi e negli store dal prossimo 14 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>