Le principali caratteristiche degli orologi subacquei per professionisti e non

di Francesco

Gli orologi subacquei, che sfidano le profondità marine e rispondono a numerose abilità tecniche, sono un grande e insostituibile pezzo dell’orologeria di tutti i tempi. Hanno una storia più recente dei modelli tradizionali, perché derivati dai modelli militari successivi alla seconda guerra mondiale, ma la loro tecnica negli anni è stata in continuo divenire e ancora oggi la ricerca nel campo non si arresta. 

Rolex Deepsea Challenge Quadrante Blu “D-blue” James Cameron

Tra gli orologi subacquei si è soliti distinguere quelli rivolti ad una clientela professionale e quelli rivolti ad una clientela con esigenze meno specifiche. Quali caratteristiche devono avere, tuttavia, gli orologi sub per professionisti e quelli per dilettanti? Ecco alcune indicazioni in proposti che possono orientare nella scelta.

Blancpain Fifty Fathoms – Alle origini dell’orologeria subacquea

Le caratteristiche degli orologi subacquei dedicati ai professionisti

Un orologio subacqueo dedicato ad un professionista, ad esempio un palombaro di professione, deve sempre possedere le seguenti caratteristiche tecniche:

  • un’ottima visibilità in acqua
  • una protezione contro i campi magnetici superiore
  • una resistenza agli urti e all’azione corrosiva del sale marino
  • un dispositivo che segnala il tempo d’immersione
  • un test approfondito dell’efficienza del suo movimento
  • una rispondenza ai criteri ISO 6425.

Le caratteristiche degli orologi subacquei dedicati agli appassionati

Per quanto riguarda invece gli orologi per gli appassionati di subacquea le caratteristiche essenziali dovrebbero essere le seguenti:

  • la resistenza ad una pressione di almeno 5 ATM, cioè circa 50 metri
  • la presenza di una corona avvitabile, utile in caso di tuffi in acqua
  • la presenza delle spallette ai lati della corona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>