Orologio Jaeger LeCoultre AMVOX5 World Chronograph 2012

di Joel Commenta

Sette anni di successi caratterizzati dalla partnership tra la maison svizzera e il reparto corse Aston Martin Racing. Gli ingegneri Jeager-Le Coulture hanno trovato ispirazione nei prototipi delle auto assemblate in Inghilterra, caratterizzati dagli sfavillanti colori arancione e blu.

La grinta espressa nei modelli di auto sportive della famosa casa costruttrice inglese si rispecchiano nel cronografo meccanico AMVOX5 in cui vengono riprese anche le ore del mondo. l quadrante AMVOX5 World Chronograph è essenziale: in esso, come si addice a una strumentazione di un auto da corsa, è stata privilegiata la leggibilità. I due contatori del cronografo, a ore 3 e a ore 9 segnano le ore e i minuti.

La lancetta centrale, cui movimento scorre sullo sfondo antracite del quadrante, segna i secondi cronografici. Sulla parte inferiore del quadrante l’indicatore di riserva di carica segnala lo stato di funzionamento dell’orologio, al di sotto è posizionata la data.

La cassa è in ceramica high-tech, costituita da una miscela di zirconio ed ittrio, è ottenuta a una temperatura di oltre 2000 °C. Una volta fusa questa lega particolarmente resistente, è a lungo molata con dischi a base di polvere sintetica di diamante fino a ottenere la forma finale della cassa di Jaeger-LeCoultre AMVOX5 World Chronograph. Jaeger-LeCoultre AMVOX5 World Chronograph è mosso dal Calibro di manifattura 752. Oltre alle funzioni di cronografo è in evidenza la possibilità di leggere istantaneamente l’ora universale, altrimenti detta “ore del mondo” dei 24 fusi orari.

L’arancione, colore corsaiolo e distintivo di Aston Martin, appare nei punti essenziali alla lettura delle indicazioni. I contatori del cronografo sono in fibra di carbonio per evocare specifici particolari delle Aston Martin. Questo materiale é infatti utilizzato per il telaio e i dischi dei freni, i quali arrivano a sopportare temperature superiori ai 300° C. Il motivo sul quadrante ricorda invece le griglie delle prese d’aria sui prototipi Aston Martin Racing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>