Orologio Breil Mary Hick

Tocca il rendiconto dell’ennesimo segnatempo degno di nota per meriti naturali. Si tratta di un orologio di grande fascino e alla moda, alla portata di tutti, ma non per questo meno esclusivo, dal design esclusivo e di tendenza, per tutti coloro che amano appartenere alla tribù metropolitana di Breil, la maison presenta il modello Tribe By Breil Mary Hick, un orologio dalla caratteristica cassa rettangolare, con un fascino un po’ retrò, ma che conserva intatta tutta l’eleganza, l’armonia, il gusto di creazioni intramontabili.

Nel dettaglio, si sviscerano le qualità di un orologio per tutte quelle donne camaleontiche della città, sempre di corsa, sempre alle prese con la frenesia di tutti i giorni, ma non per questo meno eleganti, che non disdegnano di colpire gli sguardi di essere Cool e alla moda.

Breil da sempre pensa ad uno stile giovane e frizzante che segua i dettami della moda o che sia precursore di essa. Segnatempo di grande effetto è vero, ma che non trascurano anche la parte meccanica e tecnologica, sempre al passo dei tempi, e tecnologicamente avanzata.

Mary Hick, l’orologio di grande successo firmato Tribe by Breil, continua a sperimentare nuovi colori mantenendo integra e inconfondibile la propria forma. Nuance calde: dal rosso fragola al bronzo, dall’argento all’oro per riscoprire ogni giorno un look alternativo e alla moda.

L’importanza del cinturino in pelle ne esalta le tonalità, riprese dal quadrante; questo Mary Hick non passa sicuramente inosservato.

Ogni anno Mary Hick si ripropone – chissà come fanno a rendere ancor più attraente un modello che pare già aver raggiunto l’apice – in vesti nuove mantenendo la propria immagine e senza rinunciare alle tendenze del momento. Con cassa in acciaio, il Mary Hick ha vetro minerale bombato, indici e sfere trattati con materiale luminescente ed è impermeabile fino a 5 atmosfere. Va infine ricordato che il segnatempo è disponibile anche nelle versioni con cinturino fragola, argento e oro.

1 commento su “Orologio Breil Mary Hick”

Lascia un commento