Omega Seamaster Planet Ocean Orange Ceramic

di Francesco

Solo otto esemplari disponibili per questo capolavoro di Omega: parliamo del Seamaster Planet Ocean Orange Ceramic, modello che utilizza per la prima volta la ceramica arancione, per cui si è ancora in attesa del brevetto.

I fortunati otto clienti dell’azienda riceveranno l’Omega Seamaster Planet Ocean Orange Ceramic in una elegante scatola di legno corredato da un cinturino di ricambio in caucciù e dell’apposito strumento per provvedere alla sostituzione.

L’Omega Seamaster Planet Ocean Orange Ceramic è la dimostrazione di come Omega abbia raffinato nel tempo le sue tecniche di lavorazione della ceramica. Di per sé materiale altamente resistente ai graffi e resistente a diversi cicli di trattamento, in questo caso viene portata al massimo delle sue potenzialità grazie alla presenza del colore arancione, un colore difficile da realizzare ma che, almeno stando a quanto dice l’azienda, diventerà il nuovo nero.

La cassa dell’Omega Seamaster Planet Ocean Orange Ceramic ha uno spessore di 43.5 millimetri ed è realizzata in platino 950, è dotata di lunetta girevole bidirezionale con scala GMT e di ghiera girevole realizzata in ceramica arancione lucida, l’impermeabilità dell’orologio è garantita fino a 600 metri.

Con vetro zaffiro antigraffio bombato, l’Omega Seamaster Planet Ocean Orange Ceramic monta un calibro OMEGA Co-Axial 8615 e un movimento meccanico Co-Axial dotato di molla del bilanciere in silicio Si14. Il quadrante è in platino 950 e presenta numeri, lineette di separazione, ghiera interna e triangolo sulla lunetta in Liquidmetal® al platino 850.

L’Omega Seamaster Planet Ocean Orange Ceramic ha cinturino in alligatore arancione con impunture platino e chiusura deployante in platino 950; nella confezione viene fornito anche un cinturino di ricambio in caucciù arancione. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>