Franck Muller Master Banker: il segnatempo perfetto per l’uomo “on the move”

Le esistenze differiscono ma le circostante, il più delle volte, non fanno che accomunare: la vita di un impegnato uomo d’affari o di un viaggiatore abituale può diventare molto complicata per via di un numero imprecisato di fattori.

Franck Muller ha pensato che, con la sua linea Master Banker, avrebbe potuto quantomeno risolverne uno estremamente pressante: il tempo. Conoscere contemporaneamente l’ora a New York, Tokyo e Londra può essere un vantaggio sostanziale quando l’andamento delle borse è una delle principali preoccupazioni del nostro ipotetico uomo d’affari.

Poterle leggere tutte con semplicità senza dover fare calcoli o dover accendere un computer, rende le cose molto più semplici. Poter fare tutto ciò con classe e con stile non ha prezzo. In tutti Master Banker sono stati disposti due appositi piccoli quadranti deputati a segnalare l’ora del luogo desiderato.

La parte migliore di tutto ciò è che l’adeguamento e la regolazione dell’orario può essere fatto con una semplice mossa e un solo pulsante. La semplicità d’uso dei Master Banker è la chiave di volta della sua unicità e della sua perfezione. Tre fusi orari in un solo segnatempo: il sogno nel cassetto di ogni viaggiatore.

Nel Master Banker Long Island il movimento che rende possibile un orologio del genere è meccanico e a ricarica manuale, impreziosito da una decorazione Cotes de Genve. La cassa di questo Master Banker è disponibile in platino 950 o in oro 18 carati.

Il quadrante, invece, laccato con trattamento traslucido è disponibile in bianco o in nero. La cassa si prolunga in un bellissimo cinturino in pelle di alligatore cucito a mano. Nella linea Master Banker sono disponibili molte altre versioni con ulteriori complicazioni e dettagli preziosi.

Master Banker, per quanto appena illustrato, diventa riferimento esclusivo: un esemplare incredibilmente utile e inusualmente di classe per un uomo dinamico e sempre in movimento.

1 commento su “Franck Muller Master Banker: il segnatempo perfetto per l’uomo “on the move””

Lascia un commento