Due movimenti degli orologi da polso da valutare prima dell’acquisto

di Alba D'Alberto

Quando si sta per acquistare un orologio, la valutazione del movimento è sempre lasciata in secondo piano perché ci si concentra soprattutto su marca e prezzo. In realtà conoscere i tipi di movimento degli orologi da polso è cruciale. 

I movimenti degli orologi da polso sono quello tradizionale, quello automatico e quello al quarzo. Concentriamoci sugli ultimi due evidenziandone le caratteristiche.

Movimento automatico

Il movimento automatico è spesso visibile negli orologi da uomo che hanno il fondello trasparente. Diremo che funzionano attraverso un rotore che ha la forma di una ventola. Il rotore oscilla su un perno quando il braccio della persona che lo indossa si muove.

Si capisce allora che perché il funzionamento degli orologi sia corretto, è importante indossarli per un periodo di tempo sufficiente, almeno otto ore. Dopo tale rodaggio è facile che la precisione nell’arco della giornata e nei giorni successivi sia garantita. Alcuni orologi Seiko comprendono un movimento automatico con sistema Kinetic e funzionano in maniera quasi perfetta per diversi giorni.

Movimento al quarzo

Gli orologi dotati di movimento al quarzo sono molto più comuni e popolari anche per via della precisione che è indiscutibilmente la prima richiesta che si fa ad un orologio. Il movimento al quarzo, inoltre, è anche più economico e più resistente rispetto alle altre controparti meccaniche automatiche. Tutto dipende dal fatto che funzionano in base all’energia elettrica che arriva da una batteria.

Una chicca riguarda il nome di questo movimento che è spiegato per bene da Orologiuomo:

Il nome “movimento al QUARZO” , deriva dal piccolo cristallo di quarzo che viene utilizzato come oscillatore nell’ orologio compiendo circa 32.786 volte al secondo. La maggior parte degli orologi al quarzo ha un display digitale e quindi hanno uno stile sportivo, ma ci sono anche molti modelli con visualizzazione analogica e quindi con quadranti muniti di lancette e marcatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>