C1 Chronograph Black and Gold di Concord

di Francesco Commenta

concord

Nel corso del 2013 la casa di produzione orologiera Concord aveva già presentato una nuova versione del suo storico cronografo C1, attraverso la variante C1 Chronograph comparsa per la prima volta in occasione della fiera internazionale di Basilea del 2013, dedicata come tradizione al mondo dell’Alta Orologeria e della Gioielleria. 

Ma di questo orologio sono state poi approntate altre due brillanti versioni, una delle quali vogliamo oggi descrivere all’interno di questo post. Si tratta della C1 Chronograph Black and Gold di Concord, in cui in maniera molto innovativa il segnatempo ha trovato un nuovo rivestimento in titanio trattato in PVD nero e in oro rosa, con cassa che si distingue per le sue abbondanti dimensioni – da 47 mm di diametro – e cinturino moderno in pelle di alligatore su una base in caucciù.

Rispetto alla versione 2013 presentata nella cornice di Baselworld, quindi, questo Cronografo C1 è diventato più prezioso, arricchendosi di maggiori dimensioni, di materiali tecnici e di un cinturino diverso, che in precedenza si presentava in gomma vulcanizzata.

Impermeabile fino ad un profondità di 200 metri, l’orologio si distingue dagli altri per la sua lunetta, che presenta il tipico design a blocchi di colore diverso. Il quadrante poi è nero decorato a scacchi e gli indici sono luminescenti, in parte occupato dai tre cronografi delle ore, dei minuti e dei piccoli secondi. Presente anche un indicatore di data.

L’orologio possiede 48 ore di autonomia di carica assicurate dal nuovo movimento meccanico a carica automatica – calibro A07.211 -, perfettamente visibile, anche nelle sue decorazioni, attraverso il vetro zaffiro del fondello trasparente, sul quale risaltano alcune incisioni decorative che recitano “AUDACE-SAVOIR-FAIRE-AVANT-GARDE”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>