Ball Spacemaster: dallo spazio agli oceani in tutta tranquillità

Il Ball Spacemaster è un esemplare di lusso che non passa inosservato. Se siete quel genere di persona che detesta l’understatement questo è il pezzo giusto per voi.

La cassa è realizzata con un ottimo acciaio inossidabile 316L, trattato in tre modi diversi così da garantire un aspetto multi sfaccettato all’intera referenza. Alcune parti sono quasi grigie mentre altre sono lisce e lucide, altre ancora sono spazzolate e opache. Questo gioco cromatico chiaroscurale è creato esclusivamente grazie alla lavorazione dell’acciaio, di per sé già notevole. Se poi si va avanti nell’esplorazione di questo pezzo si rimane tutt’altro che delusi. La lunetta, ad esempio, rimane saldamente ancorata al suo posto senza spostarsi accidentalmente durante le attività quotidiane. E la cosa più piacevole è sicuramente il fatto che si allinea perfettamente con il quadrante.

Il nuovo sistema della corona è altrettanto sorprendente. Pur mantenendo una linea invidiabile, la struttura protettiva della corona la tiene al sicuro da spostamenti accidentali. Peraltro, il processo di avvitamento e svitamento è estremamente fluido, ottimo per fare dell’orologio uno strumento da usare con grande semplicità.

La cassa ha un diametro di 41,5 millimetri, del tutto accettabile per gli standard moderni. Il fondello che la chiude sul retro riporta un’incisione che ritrae l’esploratore spaziale  Brian Binnie in azione. Certamente, la scelta di evitare un fondello in vetro trasparente è stata dettata da esigenze tecniche. Infatti, per garantire una resistenza all’acqua fino a 300 metri di profondità, il vetro in zaffiro sarebbe stato un ostacolo di non scarsa importanza. Una cosa è certa: dal mare allo spazio, questo Ball non farà una piega.

Incredibile anche la lavorazione a guilloché del quadrante, degnamente completato da numeri grandi e leggibili, equipaggiati con tubi luminescenti al trizio capaci di garantire una luminosità incessante per 25 anni. La parte migliore della storia è che il trizio rimane luminoso 24 ore su 24 senza mai dover essere ricaricato.

Il movimento interno è certificato COSC ed è testato per affrontare temperature fino a -40 gradi e schock di 7.500g. La resistenza magnetica arriva fino a 12.000 a/m. Ball Spacemaster: incredibile ma vero.

4 commenti su “Ball Spacemaster: dallo spazio agli oceani in tutta tranquillità”

  1. Pingback: Orologio online gratis - Ball Spacemaster: dallo spazio agli oceani in tutta tranquillità
  2. Pingback: Orologio online gratis - Ball Spacemaster: dallo spazio agli oceani in tutta tranquillità

Lascia un commento