Seiko, in arrivo una nuova linea di Astron GPS

di Francesco

La prima volta che la Seiko ha chiamato un nuovo orologio “Astron” fu per il modello che lanciò il giorno di Natale del 1969: era il primo orologio da polso al quarzo della storia e da quel momento, come la stessa Seiko aveva predetto, il mondo dell’orologoeria è cambiato per sempre.

Due anni fa la Seiko ha lanciato un nuovo orologio chiamato “Amstrom” ed era il primo orologio al mondo in grado di ricevere dei segnali GPS. Il successo di questo Astron GPS è stato innegabile e adesso la casa è pronta per il lancio di una nuova linea di questi speciali segnatempo.

Grazie alla possibilità di ricevere dei segnali GPS direttamente dai satelliti, gli orologi della linea Astron sono in grado di visualizzare l’ora esatta ovunque ci si trovi e di riconoscere tutti i 39 fusi orari della Terra: l’Astron prima determina la sua posizione tramite GPS, poi confrontando le informazioni con un database che divide la superficie terrestre in un milione riquadri, è in grado di far posizionare le lancette sull’orario giusto del luogo in cui ci si trova.

Tutte queste caratteristiche si troveranno anche nella nuova linea di Astron, che però si arricchisce di un design completamente rinnovato ed ispirato alla curvatura della terra. Con lo stesso movimento interno, questi nuovi modelli dispongono di una nuova cassa, un nuovo quadrante, nuove lancette e un vetro zaffiro curvo.

Oltre allo zaffiro curvo così disegnato per apparire come la Terra, Seiko ha aggiunto alcuni altri elementi interessanti per aumentare l’impatto visivo, come il trattamento luminant che aiuta a ricorda l’atmosfera terrestre e la mappa dei cinque continenti sotto agli indicatori del quadrante.

Il nuovo modello Astron sarà disponibile con cassa in acciaio, in acciaio IP nero o acciaio IP oro, cinturino in silicone o in coccodrillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>