Seamaster Planet Ocean Liquidmetal Limited Edition, metallo liquido

di Antonino

 Omega, da sempre sinonimo di innovazione tecnologica, sportività e alta orologeria, ha annunciato la presentazione del primo orologio al mondo realizzato in Liquidmetal® e ceramica, una particolare lega resistente alle abrasioni e agli agenti chimici che rappresenta quanto di più interessante esiste nel panorama della tecnologia dei materiali applicati in larga scala al settore consumer.

I ricercatori dello Swatch Group, in collaborazione con il team di Omega, hanno deciso di applicare la nuova tecnologia alla lunetta, ovvero la parte dell’orologio soggetta a graffi e abrasioni, poiché la più sporgente. Ne è venuto fuori un pezzo unico, senza soluzioni di discontinuità, in cui i numeri appaiono perfettamente integrati nel corpo, di superficie liscia e perfettamente omogenea.

Il procedimento di realizzazione prevede la fusione di cinque elementi (zirconio, titanio, rame, nichel e berillio), che vengono depositati su anelli di ceramica opportunamente scanalati, in modo che il materiale fuso riempia tutti gli interstizi, dopodiché viene rimosso ogni eccesso. Avendo la lega un punto di fusione inferiore a quello del titanio, materiale in cui si realizzano tutt’ora le lunette che devono avere determinate caratteristiche alle sollecitazioni, è possibile depositarla sulla ceramica senza che questa si danneggi.

E’ possibile inoltre, per lo stesso motivo, eseguirne la spazzolatura senza che la ceramica venga graffiata, in modo che i numeri siano nettamente in contrasto con la superficie di fondo.

Il risultato di tanta tecnologia è una lunetta perfettamente liscia e particolarmente resistente ai graffi e alla corrosione a causa della durezza dei due componenti, nonché un effetto ottico di prima classe.

L’Omega Seamaster Planet Ocean Liquidmetal Limited Edition  ha cassa e cinturino in acciaio, ed è guidato dal rivoluzionario calibro OMEGA Co-Axial 2500. Omega ha deciso di serializzare questo modello orientato verso la ricercatezza ei materiali in numero di 1948, anno in cui è stato introdotto il primo esemplare di Seamaster, celebrandone in questo modo la nascita in un modo che non poteva esserne migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>