Nuova Diesel ‘Radar Collection’

di Francesco

Con un design assolutamente all’avanguardia, fuori da tutti i canoni e dalle solite convenzioni, Diesel presenta la sua Radar Collection. Una collezione che rappresenta a pieno lo stile del brand e che vanta ottimi modelli. La loro caratteristica comune? Quadranti analogici e display digitali si abbinano a un contatore dei secondi animato, che ricorda un vero e proprio radar.

Per l’inverno, dunque, si può indossare al polso questa nuova collezione di orologi RDR, tutta da esplorare. Con il suo inconfondibile sguardo al futuro, Diesel è stata capace ancora una volta di abbattere le barrere ‘linguistiche’ dei segnatempo proponendo una collezione dallo stile militare-moderno.

Movimenti analogici e display digitali si accompagnano ad un contatore dei secondi animato, che ricorda un vero e proprio radar. Il risultato è conferma del continuo rinnovarsi del linguaggio eclettico di Diesel e nessun’altra famiglia della gamma Diesel Timeframes può configurare al meglio lo spirito della collezione RDR come gli intramontabili Mr. Daddy e Little Daddy.
Gli orologi RDR sono l’espressione moderna e alternativa delle collezioni più iconiche del brand.

Dal claim, e dalle linea stessa, si evince che la Radar Collection è una collezione per i più coraggiosi. Diventerà oggetto di culto?

Scheda tecnica

DZ7292

Dimensioni: 61 x 51 mm

Movimento al quarzo con animazione radar

Cassa: acciaio con finitura lucida e satinata, ip nero

Impermeabilità: 3 atmosfere

Cinturino: pelle nera

Cristallo: minerale

DZ7296

Dimensioni: : 64 x 57 mm

Movimento al quarzo con animazione radar

Cassa: acciaio con finitura lucida e satinata, ip nero

Impermeabilità: 3 atmosfere

Cinturino: pelle nera

Cristallo: minerale

– See more at: http://www.orologioblog.net/16940/diesel-radar-collection#sthash.XfdQeJSM.dpuf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>