Il fascino della semplicità di chiama Mondaine Watch

di Alba D'Alberto

Ci sono degli orologi come quelli svizzeri, subito riconoscibili dalla semplicità del design e dal movimento di precisione. Non fanno eccezione gli orologi Mondaine Watch ma prima di valutarne le caratteristiche, cerchiamo di capire qualcosa di più sull’azienda, tramite il sito ufficiale. 

Il semplice design, la facile lettura e la famosa lancetta rossa dei secondi, hanno fatto della collezione MONDAINE un successo mondiale. MONDAINE ha ottenuto il riconoscimento come icona di design del XX secolo, grazie all’essenzialità ed alla semplicità degli elementi che lo contraddistinguono.

Nel 1944 venne chiesto a Hans Hilfiker, un ingegnere impiegato delle Ferrovie Svizzere, di creare l’orologio che avrebbe segnato il tempo in tutte le stazioni elvetiche.  Il risultato fu un orologio dal design semplice, senza disegni: i minuti, marcati da tratti neri su sfondo bianco e le lancette di ore e minuti anch’esse nere. Su questa base di bianco e nero, spicca la lancetta dei secondi di colore rosso, soprannominata la “rote Kelle” (paletta rossa), per il piccolo disco rosso che si trova alla sua estremità, come la paletta usata ancora oggi dai capistazione delle Ferrovie Svizzere.

Nel 1986 la famiglia Bernheim creò il primo orologio da polso.  Il primo di una vasta collezione che oggi vanta una serie di riproduzioni in miniatura del famoso orologio Svizzero, tutti gli orologi sono realizzati con prestigiosi movimenti automatici e al quarzo, rigorosamente Swiss Made.

Dopo 60 anni dalla sua creazione, MONDAINE è oggi considerato uno tra i “10 Classic Swiss Watch Design” ed è diventato l’orologio amato da designer e architetti di tutto il mondo, venduto in più di 25 paesi ed esposto al MOMA di New York e nei più famosi Musei di Design a Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>