HYT H4: il liquido si trasforma in colore

di Valentina Cervelli Commenta

Vi sono degli orologi che non smettono mai di stupire, sia concettualmente che tecnicamente: gli HYT H4 rientrano perfettamente in questa categoria con l’uso che viene fatto all’interno dei segnatempo del liquido.

Gli orologi ad acqua non sono una novità in senso stretto, se si pensa che i primi vennero ideati circa 3 mila e mezzo anni fa: ciò non toglie che la tipologia di accessori messi a punto dal brand risulti essere tra le più grandiose esistenti. In fin dei conti HYT è stata in grado di usare dei fluidi per segnare l’ora all’interno di un movimento meccanico. Qualcosa sulla quale in pochi concentrano le proprie forze e che ha contribuito a fare di questo marchio unico nel suo genere.

Nonostante la maison in questione sia nato nella “culla” dell’orologeria made in Svizzera e tradizionale. Cosa hanno di speciale gli HYT H4? Sono in grado di dare luce al liquido grazie ad una speciale dinamo progettata in-house.  Qusto micro generatore è in grado di immagazzinare energia sufficiente per illuminare due led posizionati sul quadrante senza utilizzare la batteria: puro genio applicato alla meccanica grazie alla corona di carica che sembra funzionare come tutte le altre ma che consente di dare per l’appunto l’energia sufficiente a fare illuminare il quadrante ed a dare luce al fluido.

Al momento a disposizione degli utenti vi sono tre differenti modelli, uno con fluido rosso e due con fluidi verdi. Ma è importante comprendere che l’innovazione, unita all’alta orologeria fa lievitare e non poco il prezzo dato che si parte da un costo base di 90 mila franchi svizzeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>