Huawei presenta il Watch 2 a Barcellona

di Valentina Cervelli

Richard Yu, CEO di Huawei, ha presentato in occasione del Mobile World Congress di Barcellona il Watch 2, il nuovo smartwatch di punta dell’azienda cinese. Insieme ai nuovi smartphone era uno dei dispositivi più attesi in questo contesto per ciò che riguarda l’orologeria.

Un semplice gesto del braccio ha reso possibile far vedere ai presenti un dispositivo perfetto, parole sue, “per accompagnare le persone in ogni attività fisica, il tutto nella classica forma di un cronografo sportivo”. Ed in effetti questo accessorio sembra possedere ogni caratteristica che un simile di gamma deve avere. L’aspetto del Watch 2 è a forma di cronografo con doppia corona ed è disponibile in versione Standard e Classic. Ma fattore che lo rende unico al momento ed interessante, è la capacità di funzionare completamente senza il supporto di uno smartphone. Importante: è dotato di un’antenna che gestisce non solo Gps, Wi-Fi, bluetooth e NFC, ma anche le trasmissioni LTE attivabili grazie a una nano SIM o una eSim.

Come smartwatch è dotato di cardiofrequenzimetro e di un’importante impermeabilità che gli consente di essere utilizzato in qualsiasi contesto sportivo e grazie ad Android Wear 2.0 app come Gmail, Maps, Runtastic, Evernote e e Messenger possono essere sfruttati senza complicazioni direttamente dall’orologio. Non solo: contiene anche Android Pay, grazie al quale è possibile effettuare pagamenti semplicemente avvicinando l’orologio al POS. Auricolari bluetooth possono essere collegati per ascoltare la musica (fino a 4GB di memoria è prevista a tale scopo, N.d.R.) La batteria consente di utilizzarlo come semplice orologio per 21 giorni prima della ricarica e 7 ore in caso di uso intenso. Il prezzo in base alle versioni è di circa 379 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>