Com’è fatto il nuovo Vivomove

Garmin ha ufficializzato il suo nuovo Vivomove. All’apparenza sembra un classico orologio da polso classico, in realtà integra al suo interno una serie di funzioni di activity tracker.

La prima cosa di cui prendere nota è che sarà disponibile in 3 varianti differenti che avranno stesse dimensioni (22mm di larghezza x 12mm di spessore x 42mm di diametro) ma diverso peso (Da 51g fino a 67g). Di grande interesse è di certo la versione Sport che sarà sul mercato a 150 dollari e sarà caratterizzata da un cinturino sportivo bianco o nero. Ci sarà quindi la versione Classic che costerà un po’ di più, 199 dollari e avrà cinturino in pelle di colore nero o bianco con interno oro rosa. Negli annali del lusso sarà inserita anche la versione Premium che costerà 299,99 dollari ed avrà cassa in acciaio inox silver o oro, e cinturini in pelle marrone con interno chiaro o scuro.

id506962_1

Garmin ha deciso di vedere questo suo particolarissimo orologio con i cinturini di ricambio che avranno prezzi molto moderati, dai 30 dollari per la fascia sportiva, fino ai 60 dollari per quelli in pelle. Bisogna tuttavia aspettare il secondo trimestre 2016 per vederlo commercializzato anche in Italia. Interessante quello che fanno notare le riviste di informatica come mobile.hdblog:

Osservando attentamente il quadrante, si potranno notare due barre laterali, una nera a sinistra ed una rossa a destra. La prima indica i passi effettuati durante il giorno, la seconda invece è una barra motivazionale che indicherà da quanto tempo l’utente non sta facendo attività fisica. Sarà possibile visionare e analizzare i dati raccolti direttamente sul proprio smartphone con sistema operativo Android, iOS e Windows.

1 commento su “Com’è fatto il nuovo Vivomove”

Lascia un commento