Rolex Cotton Bowl Classic, la storia

di Valeria

Nord America, ‘bowl game’: una delle classiche partite di football americano tra college che si giocano ogni anno al termine della stagione. I primi incontri di questo genere si tennero agli inizi del 900 tra le migliori squadre dell’Ovest e dell’Est degli USA. Nel 1923 l’incontro fu ospitato nel nuovo stadio di Pasadena (California), chiamato Rose Bowl Stadium, e da allora prese il nome di ‘Rose Bowl game’ .

In seguito, altre città riconobbero il valore promozionale per il turismo di questo genere di incontri e li promossero localmente, adottando la denominazione unificante di ‘bowl’. Ma cosa centrano gli orologi Rolex in tutto questo?

Ve lo diciamo partendo dal Cotton Bowl Classic che iniziò ad essere disputato nel 1937 nell’omonimo stadio di Dallas, Texas. Ebbene, già negli anni ’40 vi era la consuetudine di distribuire a ‘players, coaches and athletic staff’ di entrambe le squadre degli orologi da polso ‘engraved’, cioè con incisioni di commemorazione dell’evento.

Tra questi, ovviamnete, non potevano mancare alcuni modelli di Rolex. Per la precisione: Hamilton automatico del 1958, tre differenti Rolex (un 5501 del 1967 e due 1603 del 1969 e 1970) e tre Tudor di differente tipologia (1972, 1974 e 1976).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>