Manometro Camouflage di Giuliano Mazzuoli

di Valentina Cervelli Commenta

Giuliano Mazzuoli propone ancora una volta un modello incredibilmente curioso e affascinante puntando su uno stile che non tutti sono in grado di esprimere al meglio. Come definire il Manometro Camouflage del brand se non un’azzeccata idea sbarazzina?

L’aver miscelato polveri colorate e materiali compositi hanno dato modo di dare a questo nuovo modello un rivestimento inusuale e totalmente esclusivo della  carrure base ereditata dalla linea Carrara. L’orologio è frutto di una lunga e precisa lavorazione a mano che avviene direttamente nei laboratori di Giuliano Mazzuoli locati a  Tavarnelle Val di Pesa, ottenendo in questo modo degli esemplari unici nel loro genere: degli accessori gioiello che questa linea presenta con quattro colori differenti abbinati a diversi effetti di camouflage. Esteticamente, va ammesso, spicca molto anche il cinturino in pelle stampato con effetto tessuto.

A livello tecnico il Manometro Camouflage di Giuliano Mazzuoli è composto da una cassa di 45 mm di diametro e 13,5 mm di spessore ed è dotato di un movimento automatico ETA 2824/2 con sistema anti-urto Incabloc: esso è a 25 rubini con 28,800 battiti per ora e 40 ore di carica di riserva. Il quadrante, che come anticipato è disponibile in quattro colorazione è di tipologia matt, cioè opaca e presenta una corona a vite posizionata ad ore 2. L’impermeabilità resa disponibile è accettabile per la tipologia di orologio che è rappresentato: i 50 mt (o 5 atmosfere, N.d.R.) sono sufficienti ad assicurare un uso agevole dello stesso.

Un orologio di lusso quindi ma con del carattere che viene espresso immediatamente in ogni suo particolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>