Audemars Piguet Royal Oak Frosted Gold Limited Edition

di Valentina Cervelli Commenta

E’ un modello speciale l’Audemars Piguet Royal Oak Frosted Gold Limited Edition: un accessorio di 41 mm di diametro che tanto fece scalpore alla sua uscita e che torna adesso sul mercato con una nuova cassa in oro bianco a finitura martellata.

Essa viene definita Frost, e va detto: la tecnica messa a punto dalla gioielliera fiorentina Bucci è davvero interessante. E’ come se l’intero orologio, quadrante escluso, fossero ricoperti da brina, creando un effetto davvero incredibile a livello estetico e ricreando i minuscoli incavi che si produrrebbero punzecchiando con un utensile dotato di punta di diamante una superficie di metallo lucido. L’effetto Frost, in questa edizione limitata a 200 esemplari è stato riprodotto anche lungo tutto il bracciale.

Il quadrante Grande Tapisserie è di una profonda tonalità di blu che spicca particolarmente. Tra l’altro l’aver presentato il Royal Oak Frosted Gold Limited Edition porta Audemars Piguet, come brand, ad aggiungere sei nuove paia di gemelli Royal Oak: tre in acciaio con un motivo “Tapisserie” centrale blu, nero o argento; due in oro rosa sempre con motivo “Tapisserie” blu o nero e per finire uno in oro giallo con un motivo blu.

Tornando al modello in questione, l’interno è tanto entusiasmante quanto l’esterno: il movimento che batte nell’orologio è infatti il Calibro 3120 e quindi avanguardia e classicità in un semplice mix con 280 elementi rodiati e ovunque spuntano le caratteristiche côtes de Genéve. Il vetro ed il fondello sono in vetro zaffiro con trattamento antiriflesso e l’orologio è dotato di una corona avvitata. Impermeabile fino a 50 m, il calibro ha una frequenza di 3 Hz e 21.660 alternanze/ora. Il prezzo indicativo del modello è di circa 60.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>