Meccaniche Veloci Icon Stardust: eclettico e speciale

di Valentina Cervelli Commenta

L’Icon StarDust di Meccaniche Veloci, tanto quanto gli altri modelli di questa maison, è un orologio in grado di mandare in visibilio il collezionista che ama i suoi 4 quadranti con tutto quello che rappresentano.

Non è una novità che non tutti possono davvero capire ed apprezzare un segnatempo del genere, ma è decisamente apprezzabile quello che esteticamente si è riusciti a raggiungere ed in particolare ci si riferisce a quei bagliori argentati ottenuti grazie all’utilizzo del Texalium impiegato per i quadranti. Questo materiale è composto da fibra di vetro e da alluminio, quindi molto leggero e perfetto per regalare all’Icon Stardust, rispettando la sua forma e la sua organizzazione, un’estetica piacevole e più brillante.

Per ciò che concerne la cassa questo nuovo modello non si discosta troppo dai suoi “fratelli maggiori”: un diametro di 49 mm rende la cassa in titanio  con finitura a-DLC nera e carrure in fibra di carbonio comoda al polso ed abbastanza spaziosa da accogliere i suoi 4 quadranti caratteristici con i 4 differenti fusi orari. Si ottiene quindi esteticamente un contrasto tra chiaro e scuro impreziosito da inserti rossi come la lancetta dei secondi sul quadrante in basso a destra  o le cifre del quadrante in alto a destra.

L’Icon StarDust può contare anche su un movimento importante: è infatti mosso dal calibro MV 8802, sviluppato da Meccaniche Veloci ed in grado di regolare i diversi fusi indicando ore, minuti, data e secondi continui: ogni quadrante può contare su una corona dedicata per la sua regolazione. Il cinturino, agganciato direttamente alla cassa è in pelle nera e fibbia déployante in acciaio a-DLC nero.

La riserva di carica è pari a 48 ore mentre l’impermeabilità tocca i 50 mt di profondità per un prezzo totale di 9,200 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>