Jaeger-LeCoultre Master Grande Tradition Répétition Minutes Perpétuelle

di Valentina Cervelli Commenta

Jaeger-LeCoultre Master Grande Tradition Répétition Minutes Perpétuelle: un nome complicato per un segnatempo complicato il cui prezzo è ancora da confermare ma che in quanto a tecnica esprime il top dell’Alta Orologeria contemporanea.

Questo orologio presenta calendario perpetuo e ripetizione ed  equipaggiato con un dispositivo di gong all’avanguardia che amplifica le note a tal punto da ricreare il suono cristallino e forte degli orologi da taschino di un secolo fa. Come è possibile? Grazie al calibro automatico 950 che vede i due gong invece di essere sovrapposti e piatti essere saldati insieme alla base: una scelta che può sembrare irrisoria ai neofiti ma che consente di ottenere una qualità maggiore a livello tecnico grazie ad una gestione all’avanguardia del loro movimento.

Il Jaeger-LeCoultre Master Grande Tradition Répétition Minutes Perpétuelle, come già anticipato, è dotato anche di un calendario perpetuo che mostra data mese e giorno rispettivamente a ore 3-6-9. E come da sempre fatto dal brand, vi è un indicatore tra ore 7 ed 8 che indica l’anno corrente invece dell’indicazione del bisestile. A livello estetico questa referenza non ha nulla da invidiare ai modelli precedenti della maison: la cassa in oro bianco, caratterizzata da un diametro di 43 mm è espressione di eleganza e bellezza grazie alle sue linee arrotondate, lunetta compresa, ed alle sue finiture lucide e sabbiate. I quadranti disponibili sono due: uno argentato grené e uno in smalto guilloché traslucido blu come nei Master Ultra Thin Moon Enamel e nel Master Ultra Thin Perpetual Enamel.

L’accessorio è impermeabile fino a 50 mt di profondità ed è caratterizzato da una riserva di carica di 38 ore. Attenzione: si parla di una edizione limitata di 30 esemplari dotati di un cinturino in alligatore blu.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>