Chopard L.U.C Flying T Twin: anteprima Baselworld 2019

di Valentina Cervelli Commenta

Chopard con il suo L.U.C Flying T Twin sembra aver proprio deciso di lasciare un segno indelebile in quello che sarà Baselworld 2019: tra i modelli in edizione limitata che presenterà vi è anche questo, il suo primo cronografo con tourbillon volante.

E già da un primo sguardo è possibile verificare come questo segnatempo curi in modo particolare sia la tecnologia che l’estetica dando vita ad un accessorio di quelli che lasciano il segno: a partire dal quadrante in oro decorato guilloché a mano fino ad arrivare alla sua cassa ultrapiatta in oro etico rosa certificato Fairmined. Saranno solo 50 gli esemplari che verranno creati e tutti saranno certificati da Punzone di Ginevra.

Il medaglione centrale presenta un motivo ad alveoli, introdotto nel 2017 dal brand mentre indici e lancette sono in oro rosa. Il movimento, punto forte dello Chopard L.U.C Flying T Twin, è automatico e  visibile attraverso una finestrella molto ampia ad ore 6 e grazie ad essa può essere considerato davvero il vero protagonista del segnatempo non solo dal punto di vista tecnico ma anche per l’occhio che lo osserva: l’effetto trasparenza ottenuto è incredibile.

Esso è stato completamente assemblato nei laboratori L.U.C. e consente grazie alla sua dotazione tecnica di poter godere di una riserva di carica di 65 ore. Impermeabile fino a 30 mt di profondità il Chopard L.U.C Flying T Twin costa 109 mila euro ed è accompagnato da un cinturino in alligatore nero opaco colorato con pigmenti vegetali cucito a mano con fodera in alligatore cognac e fibbia ad ardiglione in oro rosa 18 carati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>